giovedì 19 gennaio 2012

Certificazione energetica: vantaggio o svantaggio?

Vi sarete chiesti anche voi almeno una volta a cosa serva la certificazione energetica, quale sia l'utilitá dell'attestato di certificazione energetica (ACE) e in cosa consista esattamente.

L'obbligo della certificazione energetica degli edifici, in vendita o in locazione, suscita infatti spesso notevoli perplessitá, anche a seguito della scarsa informazione in materia di certificazione energetica e di risparmio energetico, e al quadro normativo ancora complesso e frammentato. 

Vediamo allora di chiarire brevemente in cosa consista l'attestato di certificazione energetica, e soprattutto quale sia la sua utilitá cosî che possiate compilare la vostra richiesta di certificazione energetica in modo più sereno e consapevole. 

Certificazione energetica, ACE ed efficienza energetica
L'attestato di certificazione energetica (ACE), permette di individuare la classe energetica del vostro edificio: a seguito infatti delle analisi energetiche effettuate dal certificatore energetico in merito a indici di prestazione energetica del sistema di riscaldamento/raffrescamento e alla produzione di acqua sanitaria, saprete quanto il vostro edificio contribuisce al risparmio energetico e quanto potrete risparmiare e far risparmiare sulle bollette. 

Un edificio classificato in classe energetica elevata (A,B) sará caratterizzato da elevata efficienza energetica e richiederá dunque una minor quantitá di combustibile e di elettricitá. Questo permetterá un risparmio energetico ed economico a vantaggio dell'ambiente e del vostro portafoglio, grazie ad un risparmio costante ed effettivo su tutte le spese relative ai servizi (acqua calda, luce, gas). 

I vantaggi della certificazione energetica
Effettuare la certificazione energetica e conoscere la classe energetica del vostro edificio risulta quindi altamente vantaggioso per voi e per chi decide di acquistare o prendere in affitto il vostro immobile. Vediamo più nel dettaglio come. 

Se l'ACE classifica l'edificio in classe energetica elevata, l'aver svolto la certificazione energetica porterá due vantaggi. Chi deve acquistare o prendere in affitto un immobile ed é indeciso tra due appartamenti, sceglierá l'edificio in classe energetica superiore sapendo che pagherá meno per avere riscaldamento ed acqua calda. La spesa sostenuta per il certificato energetico, e il conseguente rilevamento di un elevato risparmio energetico, può quindi aiutare a fare la differenza per vendere o affittare l'immobile, senza bisogno di ricorrere ad un mediatore immobiliare ben più costoso. Si potrá inoltre richiedere ed ottenere un prezzo più per alto, giustificato dal fatto che le spese di riscaldamento e di produzione di acqua calda saranno più limitate. 

Se invece l'ACE classifica l'immobile in classe energetica bassa, l'aver effettuato la certificazione energetica non porterá comunque alcun svantaggio, in quanto la spesa sostenuta per il certificato energetico verrá inclusa nel prezzo di vendita o di locazione. 

Quindi la certificazione energetica degli edifici non dev'essere considerata un'onere senza utilitá, ma piuttosto un'importante strumento per le vostre transazioni immobiliari, oltre che un tassello fondamentale del nuovo pensare ecologico per un mondo energicamente più efficiente e sostenibile.

Fonte: 
certificazioneenergeticaonline.com