giovedì 8 marzo 2012

iCase.it,il Motore di ricerca immobiliare gratuito ed attento alle tematiche ambientali


Nasce nel 2009 con l'obiettivo di rispondere all'esigenza di facilitare le molteplici varietà di ricerche nel campo immobiliare, utilizzando un unico riferimento.

L'obiettivo di icase.it è quello di portare il consultatore ad avere risultati talmente esaustivi e pertinenti da non dover più effettuare ulteriori ricerche nell'infinità di siti di annunci presenti nel web.

Grazie alle importantissime collaborazioni con portali di settore, gestionali, agenzie immobiliari
e inserzionisti privati, iCase.it vanta un database contenente oltre 4.000.000 di immobili
così da porter sempre fornire al consultatore una risposta corretta ed un notevole risparmio di tempo.

Tutti possono trarre benefici da iCase.it: portali immobiliari, agenzie immobiliari, gestionali, inserzionisti privati ed infine gli utenti che cercano immobili nel web.
Infatti,i risultati delle ricerche di iCase.it offrono annunci immobiliari provenienti da tutte queste differenti fonti
garantendo loro maggior visibilità.Gli utenti finali che invece hanno l'esigenza di
trovare immobili nel web hanno la possibilità di avere il più ricco database esistente.

Altra caratteristica di iCase.it è la funzionalità iCase|Tuttiportali grazie alla quale l'inserimento di
un annuncio immobiliare da parte di un utente viene  automaticamente moltiplicato nel web
grazie alla pubblicazione dello stesso in altri 18 portali immobiliari partners.

Infine, con l'introduzione dell'obbligo di indicare la classe energetica e l'indice di prestazione energetica degli edifici in vendita o in locazione iCase.it ha stabilito un algoritmo per premiare il posizionamento nelle ricerche di tutti quegli immobili che godono di elevati standard di efficienza e risparmio energetico.

Non esiste ad oggi nessun portale immobiliare che riesca a far interagire tra loro tutte queste funzionalità,
e l'offerta di iCase.it è resa ancor accattivante dal fatto che sia i privati che gli operatori del
settore possono usufruirne gratuitamente.

Scritto da iCase.it