sabato 4 maggio 2013

Il contratto di locazione, Modello e accortezze


In Italia vengono registrati ogni anno più di 4 Milioni di contratti di locazione ad uso abitativo. Molti, moltissimi, considerando che una fetta consistente di contratti non viene, ahimè, neppure registrata. Da questo punto di vista possiamo considerarci un paese un po’ arretrato, perché molto spesso - questo il motivo dell' ”ahimè”- chi ci rimette è l'inquilino che non è a conoscenza dei benefici derivanti dalla registrazione del contratto, e del proprietario di casa che oltre a rischiare grosso con il fisco, non ha nessuna tutela nei confronti del conduttore moroso. L'avete certamente letto tra le righe, l'ago della bilancia, colui che regna sovrano tra le parti, è il contratto di locazione.

Scrivere due righe su di un modello contrattuale, e mettere una firma in calce non è affatto sufficiente per stare tranquilli. E' buona norma non solo leggere quello che è scritto sul contratto, ma redarre un contratto ben coscienti di quanto iscritto. Un contratto di locazione per essere valido non è sufficiente che venga registrato, ma è ad esempio obbligatorio, riportarvi i dati catastali dell'immobile se non si vuole incorrere in sanzioni. Registrare un contratto significa semplicemente mettersi in regola con il fisco, e dare una data certa alla nascita del contratto. Ma se per qualsiasi motivo si litiga con la controparte, un contratto incompleto rischia di fare perdere la causa anche se ci si trova dalla parte della ragione. Credetemi non invento nulla, musica e parole di un Avvocato di Milano che mi ha spiegato di aver incredibilmente perso una causa nonostante fosse palesemente in ragione. Quindi è molto meglio investire qualche ora del proprio tempo per farsi una cultura sui contratti di locazione, anche perché potreste trovare informazioni molto interessanti. Ad esempio, lo sapevate che il deposito cauzionale che l'inquilino versa, matura ogni anno gli interessi legali che il proprietario deve rendere obbligatoriamente all'inquilino? Sono informazioni sconosciute ai più. E' quindi importante redarre il contratto di locazione su di un Modello sicuro e che non lasci nulla al caso. Su internet se ne trovano di ogni tipo, ma se interessa averne uno completo, potete scaricarlo gratuitamente dal sito contrattodilocazione.net

Troverete inoltre Moduli molto utili per registrare il contratto, per definire al meglio il rapporto locatizio come la Lista Mobili, o moduli per il recesso o recesso anticipato. Ma la cosa più preziosa che avrete il piacere di leggere è la Guida che per ogni tipologia di contratto chiarisce molti aspetti, come ad esempio sull'indice ISTAT, oneri accessori, spese straordinarie, e molto altro.