giovedì 5 gennaio 2017

10 consigli per vendere casa senza fare errori



Un articolo con 10 consigli efficaci per vendere casa nel minor tempo possibile senza fare errori

1. Il prezzo di vendita

La scelta migliore è quella di affidarsi ad una valutazione puntuale redatta da un professionista del settore che possa fornire una vera e propria perizia dell'immobile da mettere in vendita.Questa soluzione prevede certamente una spesa di qualche centinaia di Euro.
Altrimenti per muoverti in completa autonomia puoi fare qualche ricerca sui portali di annunci immobiliari cercando una casa con caratteristiche simili alla tua e ovviamente nella stessa zona. Cerca di proporti con un prezzo in linea con i valori di mercato, non fare l'errore di pubblicare la tua offerta con un prezzo troppo alto. Perché chi sta cercando casa dovrebbe scegliere proprio casa tua se esiste la possibilità di avere delle valide alternative a prezzi inferiori? Non correre il rischio di perdere un acquirente pensando di poter abbassare il prezzo successivamente, potresti aver già perso una vendita. Inoltre se sbagli platealmente il prezzo di vendita del tuo immobile aiuteresti gli altri a vendere, perché la tua casa sarà utilizzata come confronto negativo, mentre il miglior prezzo degli altri sarà visto come un'ottima opportunità per gli acquirenti.
Il prezzo, infine, è il filtro di ricerca più utilizzato da chi cerca casa online. Gli annunci che non lo riportano ricevono meno visualizzazioni.

2. Indicare la posizione dell'immobile

Indicare la posizione in cui si trova l'immobile segnalando l'indirizzo o la zona. Chi sta cercando casa mette ai primi posti la scelta della posizione: una via del centro, la vicinanza all'università o all'ospedale.La ricerca dell'immobile inizierà quindi selezionando l'area di maggiore interesse.

3. Utilizzare foto di qualità

Sembra incredibile ma praticamente nessuno investe nella realizzazione di fotografie di qualità per la vendita di un immobile, nemmeno i professionisti di settore sono propensi a questa pratica.
Invece le fotografie sono la prima cosa che le persone guardano quando stanno cercando casa.
Se non si ha la possibilità di rivolgersi ad un professionista assicurasi almeno di realizzare fotografie
in ambienti ordinati evitando le zone d'ombra, ordinare quindi le stanze e ritrarle il più possibile spersonalizzate, senza oggetti personali, così da riprodurre l'effetto di un catalogo.
Anche l'esterno dell'immobile è importante per la scelta di quest'ultimo. Non esiste un numero prestabilito ma un numero compreso tra le 10 e le 20 fotografie può essere sicuramente adeguato.

4. Inserire una descrizione completa 

Quando stai per pubblicare un annuncio assicurati di inserire una descrizione il più possibile completa e di qualità.
Indicare il numero dei locali, la loro disposizione e tutte le caratteristiche: cucina abitabile, numero dei bagni, la presenza o meno di balconi, la presenza di un ascensore, di un posto auto o di un garage, di una cantina. Fornire il tipo di riscaldamento presente, se autonomo o centralizzato. La presenza di un giardino e l'ubicazione dell'appartamento: se posizionato al piano terra o al quinto piano di un condominio.

5. Utilizzare i social network

Utilizzare i social network per promuovere il proprio immobile può essere una strategia efficace, ma anche il tradizionale passaparola funziona.

6. Valutare le condizioni dell'immobile

Prima di mettere in vendita il tuo immobile cerca di fare una valutazione imparziale delle sue condizioni. C'è qualche elemento che può essere da ostacolo alla vendita? Ad esempio se hai gli infissi troppo vecchi potresti scoraggiare le persone a scegliere casa tua. I pavimenti usurati, gli intonaci rovinati o il bagno con muffe o incrostazioni sono tutti elementi che possono "mandare all'aria" tutto.Valuta quindi di intervenire in anticipo su qualsiasi cosa possa compromettere la vendita del tuo immobile.Fare un piccolo investimento nella ristrutturazione della casa può esserti quindi d'aiuto nella vendita e nella giusta richiesta economica.

7. Preparazione dei documenti

Prima di sottoporre la casa ad un futuro compratore è consigliabile che tutto sia in regola; ciò rende molto più ambito l'immobile. La raccolta di tutti i documenti relativi all'immobile da vendere è molto importante sia in fase di trattativa sia per fare una corretta valutazione del prezzo di vendita.
I documenti principali sono: atto di provenienza, pianta e visura catastale, certificazione degli impianti, attestato di prestazione energetica, regolamento condominiale e le rispettive spese annuali da sostenere. Anche le spese di riscaldamento possono essere un dato interessante per l'acquirente.
Se l'immobile è locato è invece necessario fornire anche il contratto d'affitto.

8. Non firmare proposte d'acquisto vincolate all'ottenimento del mutuo

Evitare di firmare proposte di acquisto vincolate all'ottenimento del mutuo. Il rischio è quello di dover aspettare anche vari mesi prima della firma del contratto preliminare o del rogito, senza contare che si può rimanere anche con "un pugno di mosche". 

9. Come presentare la casa ai potenziali acquirenti

Quando i potenziali acquirenti visiteranno il tuo immobile inizieranno a immaginare la casa arredata con i propri oggetti, pensando alla propria vita trascorrere fra quelle mura. Se non riusciranno a immedesimarsi in questa situazione, perché la tua casa è piena di oggetti, oppure cosa ancora peggiore, sporca o eccessivamente particolare, probabilmente perderai la possibilità di chiudere l'affare. Il modo migliore di presentare la tua casa è quello di farla apparire pulita e il più possibile normale.

10. Filtrare le offerte

Bisogna essere in grado di distinguere tra quelli che realmente fanno un'offerta coerente ed in linea con i valori di mercato e quelli che fanno un’offerta troppo bassa. 
Capire se si ha a che fare con un possibile compratore o con un perditempo. I secondi sono ovviamente da evitare.

Sei un privato?